P
  • “Panarabismo” è un movimento che mira all’unificazione dei popoli e delle nazioni arabe. È una tendenza culturale moderna con una finalità politica, nata in risposta al colonialismo e al coinvolgimento dell’Occidente nel mondo arabo. Sin dall’arrivo al potere dei turchi ottomani, nel 14esimo secolo, è sempre stato vivo tra le popolazioni arabe il desiderio di una unificazione che ristabilisse il potere politico arabo.
  • Paolo Ceri
    Si può partecipare tanto a un’impresa efferata – uno stupro del branco, un linciaggio, un’operazione di pulizia etnica – quanto a un’iniziativa umanitaria – una raccolta di fondi, un’adozione collettiva, il sacrificio di sé nello scambio di prigionieri. Quale che sia il giudizio morale, queste e innumerevoli altre sono tutte forme di partecipazione, dal momento che il singolo individuo agisce di concerto con altri.
  • Annamaria Rivera
    Qualunque tipo di pensiero –anche degli studiosi e degli scienziati – procede per modelli prestabiliti, stereotipi, pregiudizi. Questi ultimi sono intrinseci ad ogni processo cognitivo: secondo Hans Georg Gadamer, i pregiudizi condizionano la realtà storica dell’individuo molto di più dei suoi giudizi. Da essi, a suo parere, è impossibile prescindere, benché si possa rimetterli continuamente in discussione per evitare che si cristallizzino.