I
  • Francesca Brezzi
    Per la filosofia l’identità costituisce un luogo privilegiato di aporie, ma questo non vuol dire che la questione sia vuota, bensì che possa restare senza risposta. Anche ad uno sguardo panoramico, infatti, si mostra l’enorme complessità e insieme contraddittorietà del contesto filosofico, politico, sociale contemporaneo in relazione al tema.
  • Giorgio Fazio
    Per “ideologia” si intende un complesso di idee, giudizi e valori organicamente connesso; nell’accezione negativa del termine, un atteggiamento teorico di sostanziale falsificazione della realtà che nasconde, dietro una visione del mondo apparentemente universale, la difesa e la giustificazione di un particolare punto di vista.
  • Giorgio Fazio
    Per Illuminismo in senso stretto si intende il movimento culturale di matrice filosofica diffusosi in Europa dall’inizio del XVIII secolo fino alla Rivoluzione francese, e caratterizzato dalla fiducia nella ragione e nel suo potere rischiaratore. In francese è âge des lumières, in inglese Enlightenment, in tedesco Aufklärung: in tutte le lingue incorpora in sé la metafora della luce e del rischiaramento.
  • Fabio Dei
    Il concetto di interpretazione gioca un ruolo chiave nel dibattito sulla comprensione della diversità culturale. La genealogia di questo uso è piuttosto complessa. Si può dire in sintesi che, radicato nell’ermeneutica del testo, il concetto è passato nelle filosofie novecentesche di orientamento sia ermeneutico (in particolare in autori come Gadamer e Ricoeur) sia analitico (Quine e Davidson, fra gli altri, l’hanno posto al centro delle loro teorie della conoscenza e del linguaggio, assieme al correlato concetto di traduzione).
  • Massimo Campanini
    Islam significa letteralmente “abbandono fidente alla volontà di Dio”. Il grande teologo e mistico al-Ghazali (m. 1111) affermava che il vero musulmano è nelle mani di Dio come “un cadavere nelle mani del suo lavatore”. Questa assoluta fiducia non significa però fatalismo, perché anzi il credente è invitato a operare opere buone (Corano, V, 48) e a segnalarsi agli occhi di Dio presso il quale il migliore “è il più pio” (Corano, XLIX, 13).
  • Sadik J. Al-Azm
    L’islamismo è un’ideologia fortemente militante, capace di muovere popoli, sviluppatasi selettivamente da scritture, testi, leggende, precedenti storici, esperienze organizzative e scontento del nostro tempo, come reazione difensiva a un’erosione di lunga data della supremazia dell’Islam nella vita pubblica, istituzionale, economica, sociale e culturale, nelle società musulmane del XX secolo.