Ci mancherà, ma i suoi principi rimarranno con noi
Giuliano Amato 12 luglio 2010

Nasr Hamid Abu Zayd era una di queste grandi figure di intellettuale la cui vita e i cui scritti hanno insegnato a tutti noi che possiamo capirci l’uno con l’altro, imparare l’uno dall’altro e vivere in pace gli uni con gli altri a prescindere dalle diversità etniche e religiose.

La sua ricerca sugli insegnamenti dei testi sacri, eccezionale ed impareggiabile, andando oltre il significato letterale delle parole scritte nel contesto culturale dei secoli passati, ha inoltre dimostrato che le religioni non sono mai un ostacolo al riconoscimento dei diritti fondamentali di ciascun essere umano e, quindi, alla elementare solidarietà tra noi sulla quale la pace può essere costruita.

Ci mancherà, ma i suoi principi rimarranno con noi e daranno forza e orientamento al nostro immutato impegno per il dialogo tra le civilizzazioni.

Giuliano Amato è membro del Consiglio direttivo di Resetdoc.

Traduzione di Irene Caratelli