Convening 22 agosto 2019
Nutrire l’anima. Religioni e alimentazione

5 marzo 2014 ore 17,30

Introduce il ciclo: Silvio Ferrari
Lecture di Giovanni Filoramo

A TAVOLA CON LE RELIGIONI

Discussant: Ugo Fabietti
Chair: Emanuela Ceva

Leggi l’abstract dell’incontro

Durante la conferenza saranno proiettati estratti da “Il cibo dell’anima” di Piero Cannizzaro

19 marzo 2014 ore 17,30

Lecture di Gianfranco Marrone e Mario Ricca

SEMIOTICA DELL’ALIMENTAZIONE E DIRITTO INTERCULTURALE

Chair: Silvio Ferrari

Leggi l’abstract dell’incontro

26 marzo 2014 ore 17,30

Lecture di Maria Chiara Giorda

RELIGIONI E SERVIZIO PUBBLICO
Il caso delle mense scolastiche italiane

Discussant: Elisabetta Nigris
Chair: Francesco Cappelli

Leggi l’abstract dell’incontro


“L’uomo è ciò che mangia”: per quanto unilaterale, quest’osservazione di Ludwig Feuerbach coglie un aspetto fondamentale dell’esistenza umana e si lascia riscattare, una volta abbandonato il paradigma materialistico, in prospettiva culturalista. Il cibo e le pratiche alimentari contribuiscono infatti a definire l’appartenenza culturale, la quale è, a sua volta, una dimensione costitutiva nella costruzione identitaria di ciascun individuo. La scelta degli ingredienti e le modalità con cui gli alimenti vengono preparati e consumati sono determinate culturalmente. La loro origine può essere da ultimo rintracciata all’interno del culto: distinguendo tra puro e impuro, le diverse religioni hanno fissato i confini di ciò che è lecito consumare e hanno al contempo stabilito – a partire dai sacrifici rituali, poi divenuti festività e ricorrenze – i tempi e le modalità delle pratiche alimentari. L’alimentazione distingue le religioni tra loro, separa i membri delle differenti comunità e può addirittura diventare, in contesti multiculturali, un ostacolo alla loro convivenza pacifica. Un motivo di contrasto è, per esempio, la differente sensibilità culturale verso gli animali. Allo stesso tempo, però, non c’è probabilmente nulla che, più del cibo, sappia suscitare curiosità e interesse per l’altro e il diverso, innescando processi di ibridazione culturale e spingendo le persone a superare i loro pregiudizi. Il cibo viene così a costituire un medium per lo scambio e l’incontro tra i diversi orientamenti culturali e religiosi.

Lo stretto rapporto in cui si collocano “cibo”, “cultura” e “diritto” è alla base della collaborazione di Laboratorio Expo, Reset – Dialogues on Civilizations, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e la cattedra di Diritto Canonico e Diritto Ecclesiastico del Dipartimento di Scienze Giuridiche “Cesare Beccaria” (Università degli Studi di Milano), soggetti che, a diverso titolo, si occupano degli argomenti in questione.

Approfondimento audio:
“Nutrire l’anima – Religioni e alimentazione”
(Università degli Studi di Milano)

Istruzioni: Per accedere alle registrazioni audio del modulo “Nutrire l’anima – Religioni e alimentazione” (Università degli Studi di Milano) è necessario autoregistrarsi al Portale Ariel.

Per l’autoregistrazione collegarsi al sito http://ariel.unimi.it/User/Default.aspx e cliccare sul link “Registrati” in homepage in basso a sinistra.

Nella schermata successiva si dovrà indicare un indirizzo mail personale e scegliere una password. Questi 2 elementi vanno conservati perché diverranno le credenziali di accesso al sito.

Dopo aver compilato il form online il sistema manderà automaticamente un messaggio all’indirizzo mail indicato come username e tale messaggio conterrà un link sul quale si deve cliccare per completare la procedura di autoregistrazione.

Da quel momento collegandosi al sito http://sferraridc.ariel.ctu.unimi.it e autenticandosi con le proprie credenziali da utente autoregistrato, sarà possibile accedere alle registrazioni audio del modulo “Nutrire l’anima – Religioni e alimentazione”.