homepage
rss
mappa del sito
chi siamo
eventi
links
selezione lingua
Lessico
Interculturale

Multiculturalismo

Il termine è entrato in uso alla fine degli anni ‘80 negli Stati Uniti per indicare l’ideale di una società dove più culture potessero convivere nel reciproco rispetto, ma fuori da ogni dominazione e assimilazione alla cultura dominante.

Continua a leggere

Laicita'

Il termine laicità indica la separazione, storicamente avvenuta in Occidente soprattutto con la nascita e l’affermarsi dello Stato moderno, fra la sfera religiosa e la sfera politica (“libera Chiesa in libero Stato”, secondo l’efficace espressione di Camillo Benso conte...

Continua a leggere

Esotismo

Ideologicamente fondate sulla fascinazione per quanto abbia origine o sia importato da paesi lontani, le nozioni esotico/esotismo individuano una prospettiva esplosa in Europa a partire dal Settecento ma prefigurata da significativi antecedenti..

Continua a leggere

Empatia

Il nostro atteggiamento nell’incontro con l’“altro” non dipende soltanto dal nostro modo di pensare.

Continua a leggere

Sionismo

Fu il viennese Nathan Birnbaum, nel 1890 a coniare il termine sionismo, che indica l’ideologia volta a trasformare l’aspirazione religiosa degli ebrei in un movimento politico per creare uno stato ebraico nella “terra promessa”, un riferimento metaforico e non necessariamente...

Continua a leggere
Reset
Un mese di idee.
Direttore Giancarlo Bosetti
Associazione per il dialogo tra le culture
Lessico Interculturale
EN lunedì, 6 novembre 2006

Cosmopolitismo

Danilo Zolo

È la concezione filosofica e politica che estende le nozioni di cittadinanza e di patria al mondo intero e all’intera umanità, in opposizione al particolarismo delle nazioni e degli Stati nazionali. Chi condivide una concezione cosmopolitica dei rapporti fra le persone e fra i popoli rifiuta di identificarsi con una particolare visione del mondo o con una particolare civiltà.


Il termine è piuttosto recente, ma la filosofia cosmopolitica era già stata sostenuta in Grecia sia dai Cinici che dagli Stoici. A chi gli chiedeva di dove fosse, Diogene rispondeva di essere “cittadino del mondo”, mentre per Zenone tutti gli uomini era connazionali e concittadini. Il cristianesimo si è inserito nel solco del cosmopolitismo antico. L’annuncio evangelico è stato rivolto a tutti gli uomini in quanto figli di Dio, prescindendo quindi da ogni contingenza politica, sociale o culturale.

Con l’illuminismo l’ideale cosmopolitico è stato rilanciato da autori come Wolff e Kant. Wolff ripropone l’idea di civitas maxima come ‘comunità universale degli uomini’ e Kant, in Zum ewigen Frieden, avanza l’idea di una Lega dei popoli che dia origine ad un ordinamento giuridico globale (Weltbürgerrecht) e promuova una pace stabile e universale. Gli Stati che intendono legarsi in una federazione pacifica devono essere delle ‘repubbliche’ impegnate a tutelare i diritti dei cittadini.

Nel Novecento il massimo teorico della filosofia cosmopolitica è stato Hans Kelsen, che ha preso da Kant l’idea della pace perpetua e il modello federalistico. Per Kelsen la via per raggiungere l’obiettivo della pace è l’unificazione degli Stati in uno Stato federale mondiale. Gli strumenti di potere e le forze armate degli Stati nazionali dovrebbero essere posti a disposizione di un governo e di una corte penale mondiale che esercitino il potere secondo le norme emanate da un parlamento mondiale. La filosofia cosmopolitica è stata ripresa negli ultimi decenni del Novecento dai cosiddetti Western globalists, fra i quali Jünger Habermas, Richard Falk, Norberto Bobbio, Luigi Ferrajoli, David Held. Essi hanno sostenuto che i processi di globalizzazione portano ad una graduale erosione della sovranità degli Stati e che questo fenomeno richiede una riforma delle istituzioni internazionali che avvii l’istituzione di un governo mondiale, a garanzia della pace e della giustizia a livello globale.

Newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter


Questo sito utilizza i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione, in particolare vengono utilizzati cookies tecnici per consentire la normale navigazione e fruizione del sito stesso e dei suoi servizi; cookies di terze parti per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti del nostro sito e su come questi visitano lo stesso e cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in rete.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o solo ad alcuni cookies clicca qui.
Se nascondi questo banner o accedi a un qualunque elemento della pagina acconsenti all'uso dei cookies.