homepage
rss
site map
about
events
links
choose language
Intercultural
Lexicon

The Honor Code

Appeals to personal honor often seem to belong to the past, conjuring images of gentlemen in wigs dueling at dawn; or worse, of blood-soaked Achaeans storming the walls of Troy.

Read more

Participation

It is possible to participate in a brutal event – such as gang rape, lynching, an ethnic cleansing operation – or in a humanitarian event – fund raising, collective adoption, sacrificing oneself in an exchange of prisoners..

Read more

Christianity

Generally speaking, “Christianity” means the ensemble of churches, communities, sects, groups, but also the ideas and concepts following the preaching of he who is generally considered the founder of this religion, Jesus of Nazareth, a travelling preacher from Galilee, born between 4 B.

Read more

The Kurds

An ethnic and linguistic minority in the Near East, the Kurds now live divided between Turkey, Iran, Iraq and Syria, in a region unofficially known as Kurdistan, where they have always been the object of persecution and oppression.

Read more

Multiculturalism

The word began to be used at the end of the Eighties in the United States to indicate an ideal society in which various cultures could co-exist with reciprocal respect, but avoiding all domination and assimilation into the dominant culture..

Read more
Reset
A month of ideas.
Giancarlo Bosetti Editor-in-chief
Association for dialogue and intercultural understanding

Chi siamo


Comitato scientifico dell’Associazione
Nasr Hamid Abu Zayd (1943-2010), Katajun Amirpur, Abdullahi An-Na'im, Abdou Filali-Ansary, Giancarlo Bosetti, Massimo Campanini, Fred Dallmayr, Silvio Fagiolo (1938-2011), Maria Teresa Fumagalli Beonio Brocchieri, Nina zu Fürstenberg, Timothy Garton Ash, Anthony Giddens, Vartan Gregorian, Renzo Guolo, Hassan Hanafi, Nader Hashemi, Roman Herzog, Ramin Jahanbegloo, Jörg Lau, Amos Luzzatto, Avishai Margalit, Krzysztof Michalski (1948-2013), Andrea Riccardi, Olivier Roy, Otto Schily, Karl von Schwarzenberg, Bassam Tibi, Roberto Toscano, Nadia Urbinati, Umberto Veronesi, Michael Walzer.
Presidente del comitato scientifico: Seyla Benhabib
Fino al 2013: Giuliano Amato

Consiglio Direttivo dell’Associazione
Giancarlo Bosetti (Direttore), Nina zu Fürstenberg (Presidente), Avv. Piergaetano Marchetti, Francesco Micheli, Georg Heinrich Thyssen-Bornemisza (Presidente onorario).

Advisory Board (2014-2017)

Katajun Amirpur, Benjamin Barber, Karen Barkey, Seyla Benhabib (presidente), Rajeev Bhargava, Akeel Bilgrami, Giovanna Borradori, Marina Calloni, Francesca Corrao, Nilüfer Göle, Fuat Keyman, Mohamed Haddad, Nader Hashemi, Jonathan Laurence, Alberto Melloni, Fabio Petito

Istanbul Seminars advisory board and executive committee

Asaf Akat, Seyla Benhabib (presidente), Giancarlo Bosetti, Alessandro Ferrara, Abdou Filali-Ansary, Nina zu Fürstenberg, Nilüfer Göle, Ferda Keskin, David Rasmussen

Reset-Dialogues US

Joseph LaPalombara (Presidente)
Caroline Gerry (tesoriere)

Leggi lo statuto dell'associazione


I PROFILI

Giuliano Amato è Giudice della Corte Costituzionale ed è stato il presidente del comitato scientifico Reset-Doc dal 2003 al 2013. Professore emerito dell'Istituto Europeo di Firenze, tiene ogni anno seminari alla Law School della Columbia University. Parlamentare italiano per 18 anni, è stato ministro del Tesoro, ministro degli Interni e ministro per le Riforme Costituzionali e due volte Primo Ministro (nel 1992/1993 e nel 2000/2001). E' stato anche vicepresidente della Convenzione sul Futuro dell'Europa (2002/2003). Ha presieduto l'Istituto della Enciclopedia Italiana e il Centro studi americani di Roma.

Nasr Hamid Abu Zayd (1943-2010) è stato docente universitario di letteratura e linguistica presso l’Università di Leiden ed è stato il titolare della cattedra Ibn Rushd per l’Islam e le Scienze Umane presso la University of Humanistics di Utrecht in Olanda. Tra le sue pubblicazioni: Una vita con l’Islam a cura di Navid Kermani (Il Mulino, Bologna, 2005) e Islam e storia: critica del discorso religioso (Bollati Boringhieri, Torino 2002).

Abdullahi An-Na’im Sudanese, si è laureato in Giurisprudenza in Inghilterra. È stato membro del movimento islamico riformista di Ustadh Mahmoud Mohamed Taha dal 1968 al 1984, anno in cui il movimento è stato soppresso. Costretto all’esilio, nel 1993 è diventato direttore dell’organizzazione umanitaria Africa Watch, di base a Washington D.C. Dal 1995 è docente presso la Emory University School of Law di Atlanta.

Seyla Benhabib è Eugene Meyer Professor di scienze politiche e filosofia all'Università di Yale, e direttrice del programma di etica, politica e economia. Nell'anno 2006-2007 è stata presidente della Eastern Division della American Philosophical Association. E' autrice di diversi libri, tra cui La rivendicazione dell’identità culturale. Eguaglianza e diversità nell’era globale (Il Mulino, 2005). Un nuovo libro, Un altro cosmopolitanismo, è uscito nel 2006 per la Oxford University Press. Dal 2013 è presidente del comitato scientifico Reset-DoC.

Giancarlo Bosetti è il direttore di Resetdoc e della rivista culturale Reset (www.reset.it), di cui è uno dei soci fondatori. Ha insegnato giornalismo politico alla Università di Roma La Sapienza. Autore, tra gli altri, di "Il legno storto (1992)", "Cattiva maestra. La rabbia di Oriana Fallaci e il suo contagio (2006)",  "Spin. La politica drogata da Bush a Berlusconi (2007)".

Fred R. Dallmayr è uno studioso di scienze politiche specializzato in filosofia comparativa, e, in particolare, in pensiero politico non occidentale, dialogo interculturale e diritti umani. Ha ricevuto le NEH e Fulbright Fellowships. Dal 1995 è membro del Kroc Institute presso l’Università di Notre Dame in Indiana. È l’autore di Dialogue among civilizations, (Palgrave MacMillan, 2002).

Silvio Fagiolo (1938-2011) è stato  Ambasciatore d'Italia nella Repubblica federale di Germania dal febbraio 2001. Tra i numerosi incarichi che ha ricoperto nel corso della sua carriera diplomatica ci sono quelli di Primo Segretario presso l'Ambasciata d'Italia a Mosca, Consigliere presso l’Ambasciata a Bonn e Ministro Consigliere dell'Ambasciata d'Italia a Washington. È stato rappresentante permanente presso l’Unione Europea a Bruxelles.

Abdou Filali-Ansary è il direttore dell’Istituto per lo Studio delle culture musulmane presso la Aga Khan University di Londra. È membro dei consigli direttivi di numerose istituzioni accademiche e culturali. Fa parte della redazione del Journal of Democracy.

Maria Teresa Fumagalli Beonio Brocchieri è docente di filosofia medievale presso l’Università degli Studi di Milano. Tra le sue pubblicazioni: Il pensiero politico medievale (Laterza, 2004), and Federico II. Ragione e fortuna (Laterza, 2005).

Timothy Garton Ash è il direttore del Centro di Studi Europei presso il St. Anthony’s College, Oxford University dove insegna studi europei. Ha ricevuto numerosi premi ed onorificenze. È un assiduo collaboratore di New York Review Books.

Anthony Giddens è stato il direttore della London School of Economics and Political Science (LSE) dal 1997 al 2003. Precedentemente è stato docente di sociologia presso il King's College di Cambridge. Nel 1985 ha fondato la casa editrice accademica Polity Press. Più di recente è stato consulente del Primo Ministro britannico Tony Blair. Nel maggio 2004 gli è stato conferito il titolo di Lord.

Vartan Gregorian è il presidente della Carnegie Corporation di New York dal 1997. Precedentemente è stato rettore della Brown University. È membro di numerosi consigli direttivi e ha ricevuto molte onorificenze tra cui la National Humanities Medal (1998) e la Medal of Freedom (2004). È l’autore di Islam: a Mosaic, not a Monolith (Brooking Institution Press, 2003).

Renzo Guolo insegna Sociologia dell'Islam nella Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Torino. Scrive per il quotidiano La Repubblica. I suoi interessi di ricerca si concentrano sui rapporti tra religione e politica, sui fondamentalismi contemporanei, su conflitto e integrazione nelle società multiculturali e sulla dimensione culturale della globalizzazione. Tra i suoi libri Il Partito di Dio. L’islam radicale contro l’Occidente (Guerini, 2004), I fondamentalismi (Laterza 2002), America/Islam (Donzelli, 2003) e Il volto del Nemico: fondamentalismi e religione (Eut, 2006).

Hassan Hanafi è docente di filosofia presso l’Università del Cairo dove dirige il dipartimento di filosofia dal 1988. Nel corso della sua carriera i suoi interessi si sono concentrati sull’analisi delle tradizioni filosofiche islamica ed occidentale e dei rapporti che le hanno legate.

Roman Herzog è stato il Presidente della Repubblica Tedesca dal 1994 al 1999. Precedentemente era docente presso l’Università di Monaco e presso la Libera Università di Berlino di cui è stato anche rettore. Nel corso della sua carriera politica è stato Ministro degli Interni e vice-presidente della Corte Costituzionale Federale Tedesca. Ha scritto assieme a Bassam Tibi il libro Preventing the clash of civilizations (New York, NY: St. Martin's Press, 1999).

Ramin Jahanbegloo nato a Teheran, in Iran, ha conseguito la laurea e il master in Filosofia, Storia e Scienze Politiche e, successivamente, il dottorato presso l’Università della Sorbona. Filosofo iraniano, imprigionato neel 2006 per 5 mesi nel carcere di Evin, vive oggi in Canada e lavora alla Toronto University. La sua carriera universitaria passa per Parigi, Teheran, Harvard e Dehli.

Jörg Lau giornalista del settimanale tedesco Die Zeit, si occupa di politicca estera e di recente ha rivolto la propria attenzione ai dibattiti culturali riguardo il ruolo della religione e del dialogo tra l’Occidente e l’Islam. Prima di lavorare per Die Zeit, era il responsabile delle pagine di cultura al Die Tageszeitung, quotidiano berlinese. Ha curato una biografia del poeta e saggista tedesco Magnus Enzensberger, pubblicata da Suhrkamp nel 2000.

Amos Luzzatto, medico e biblista, è presidente dell’Unione Italiana delle Comunità Ebraiche. Per Einaudi ha scritto Autocoscienza e identità ebraica, in Storia d'Italia. Annali, XI. 2 (1997). Tra le altre pubblicazioni Una lettura ebraica del Cantico dei cantici (Firenze, 1997) e Leggere il Midrash (Brescia, 1999).

Piergaetano Marchetti, notaio in Milano. È il presidente di RCS Media Group e RCS Quotidiani. È ordinario di diritto commerciale presso l’Università Bocconi di Milano dove ricopre anche l’incarico di prorettore.

Avishai Margalit riveste la carica di Schulman Professor of Philosophy presso l’Università ebraica di Gerusalemme. E’ stato visiting scholar presso le università di Harvard e Oxford e visiting professor presso la Libera Università di Berlino. È Geroge Kennan Professor presso l'Instituto per gli Studi Avanzato di Princeton.

Krzysztof Michalski (1948-2013) è stato il rettore dell’Institut der Wissenschaften vom Menschen (IWM) di Vienna e docente di filosofia presso l’Università di Boston e quella di Varsavia. L’ultimo libro di Papa Giovanni Paolo II, Memoria e Identità (Rizzoli 2004) è nato da un dialogo con lui e Tischner, durante i seminari di Castelgandolfo di cui Michalski era l’organizzatore.

Francesco Micheli è membro dei consigli direttivi di numerose società e istituzioni culturali. Presidente del Conservatorio di Milano. Ha guidato molte iniziative economiche e finanziarie, Finarte, la creazione di Fastweb, e.Biscom e Genextra.

Andrea Riccardi ha fondato la Comunità di Sant’Egidio. È docente di Storia del Cristianesimo e delle religioni presso l’Università di Roma Tre. È stato tra i mediatori nei negoziati che hanno riportato la pace in Mozambico dopo 16 anni di guerra. Nel 2004 ha ottenuto il Premio Balzan per la Pace.

Olivier Roy
è stato direttore del Centro Nazionale francese per la Ricerca Scientifica nell’unità di ricerca sul mondo iraniano. Attualmente tiene conferenze presso la Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales (EHESS) e l’Institut d'Etudes Politiques (IEP) di Parigi. Dal 1984 è consulente del Ministero degli Esteri francese.

Otto Schily membro fondatore del Partito dei Verdi in Germania, dove ha ricoperto la carica Ministro degli Interni e attualmente è membro federale del Parlamento. Schily è anche membro della Commissione tedesca per gli Affari Esteri .

Karl von Schwarzenberg Ex senatore, dal 9 gennaio 2007 all' 8 maggio 2009, è stato il ministro degli esteri della Repubblica Ceca e il presidente di turno del Consiglio dell'Unione Europea, dal gennaio al giugno 2009. E' stato cancelliere di Vaclav Havel alla presidenza della Repubblica Ceca e presidente della International Helsinki Federation. Oggi è fondatore del nascente partito Top '09.

Georg Heinrich Thyssen-Bornemisza è presidente e amministratore delegato del gruppo TBG, un gruppo finanziario internazionale che opera nell’industria e nei servizi. Attualmente è trustee del Salk Institute for biological research.

Bassam Tibi studioso di fondamentalismo e cultura islamica. Dal 1973 è docente di relazioni internazionali presso l’Università di Göttingen in Germania. Dal luglio 2004 ha insegnato presso la Cornell University negli Stati Uniti ed è visiting professor Yale University per l'anno 2008/2009. Ha scritto assieme a Roman Herzog il libro Preventing the clash of civilizations (New York, NY: St. Martin's Press, 1999).

Roberto Toscano è l'ambasciatore italiano a Nuova Delhi. In carriera diplomatica dal 1969, ha diretto per vari anni le attività di analisi e programmazione del Ministero degli Esteri. Ha pubblicato saggi sui diritti umani e sull'etica nelle relazioni internazionali ed ha insegnato Relazioni Internazionali presso l'Università LUISS (Roma).

Nadia Urbinati è una studiosa di scienze politiche. Titolare della cattedra di scienze politiche alla Columbia University di New York. Ha pubblicato saggi sul liberalismo, Stuart Mill, Carlo Rosselli. È nel consiglio dei fondatori di Reset.

Umberto Veronesi è direttore dell'Istituto Europeo di Oncologia. E' stato Ministro della Salute dal 1998 al 2001. E' autore de Il Diritto di Morire (Mondadori, 2005), e ha scritto la prefazione dell'edizione italiana di Islam. A Mosaic not a Monolith, libro di Vartan Gregorian.

Michael Walzer è filosofo della politica presso l’Institute for Advanced Study di Princeton. È il direttore della rivista culturale americana Dissent e collabora con The New Republic. Tra le sue pubblicazioni: Sfere di Giustizia (Feltrinelli); Guerre giuste e guerre ingiuste (Liguori); L’intellettuale militante. Critica sociale e impegno politico nel Novecento (Il Mulino, 2004).

Nina zu Fürstenberg è presidente di Resetdoc e fa parte della redazione di Reset. È l’autrice di Lumi dell’Islam, nove intellettuali parlano di libertà, (Reset/Marsilio, 2004), Europa laica e puzzle religioso (2005), Chi ha paura di Tariq Ramadan (2007).

Newsletter

Sign up to receive our newsletter